La leadership consapevole e il nuovo capitalismo

Autore: Luigi Zoia.

La fisica quantistica ha distrutto il principio di causalità, colonna portante di tutto il pensiero marxista. Al capitalismo è rimasta pertanto la missione di sottrarre dalla povertà miliardi di persone nel mondo. La crisi di oggi, non è il risultato di un sistema rigido e senza cuore, ma della rigidità e mancanza di cuore di chi lo usa come strumento esclusivo per la propria ricchezza.

Il nuovo capitalismo consapevole nasce dalla trasformazione generata da persone che, hanno raggiunto alti livelli di leadership aziendale e di consapevolezza personale a seguito di un loro percorso trasformativo valoriale interno.
Queste persone si preparano ad aiutare, attraverso il loro lavoro, tutti gli altri, per permettere loro di raggiungere quel primo livello di empowerment economico che, come ha recentemente indicato Papa Francesco, è fondamentale per una vita dignitosa e rispettabile.
 
Questo processo di trasformazione valoriale della consapevolezza personale – non inteso come rafforzamento del proprio egocentrismo, ma, al contrario, come visione allargata ed empatica che abbracci i bisogni di tutti – può creare un cambiamento profondo del mondo.
Come un rinnovato umanesimo, questa trasformazione valoriale integra l’individuo nel processo di creazione del profitto, come elemento maturo e pienamente responsabile.

L’individuo diventa pertanto il fine ultimo del processo produttivo, e il profitto solo un mezzo per la sostenibilità della qualità di vita di tutti.

 

Da questi nuovi orizzonti di consapevolezza emergono nuovi soluzione creative, inaspettate e rivoluzionarie, generate dall'amore per gli altri, che trascendono le vecchie logiche conservatrici.

Si pensi a Yunus che, spinto dall’amore per il suo popolo, ha dato vita all’esperienza del microcredito, superando le critiche e lo scetticismo iniziali e indicando la strada per strappare  dalla povertà più di 20 milioni di poveri nel Bangladesh rendendoli indipendenti e padroni del proprio futuro. Oppure a Whole Food, Starbucks e Unilever, solo per citare alcuni nomi fra le tante aziende che oggi, guidate da leader illuminati, lavorano in armonia con il movimento del "Capitalismo Consapevole" per integrare nel quotidiano il bene comune con il profitto.

Questi esempi dimostrano che, una trasformazione valoriale nata e alimentata dall’interno del proprio cuore può creare all’esterno, nel mondo, realtà rivoluzionarie e risultati umani inimmaginabili.