Consapevolezza

Autore: Luigi Zoia.

Per anni mi sono chiesto cosa fosse e come ottenerla, e solo di recente ho realizzato che la consapevolezza è il risultato di una profonda curiosità. Quando siamo profondamente interessati e curiosi accettiamo tutto quello che vediamo, senza giudicare e senza paragonarlo a uno standard o a quello che dovrebbe essere. Siamo totalmente in pace dentro di noi, totalmente assorbiti a osservare. Non c’è pensiero, non c’è preoccupazione, non c'è paura. È un processo costante: momento per momento, siamo totalmente nell’adesso e ora. Siamo un tutt’uno con ciò che osserviamo: non c'è divisione, non c'è conflitto. Ed è così quasi paurosamente semplice e facile. Profonda, sincera, attenta curiosità.

Solo una mente libera può fare questo. Libera da preconcetti, convinzioni e pregiudizi. Libera di accettare senza paura quello che è. Libera e aperta alla trasformazione. Una mente tranquilla, che abbia delegato - nel caso delle arti marziali - un superbo livello di automatismo delle tecniche al corpo, il quale reagirà adeguatamente con la intelligenza somatica e tecnica a ogni cambio di situazione, senza l’intervento della parte pensante razionale. Ma sarà in grado di guardare all'avversario con profonda curiosità, diventando un tutt’uno con lui, con un processo di attenzione senza discontinuità. Non occorre essere intellettualmente intelligenti, ma allenati tecnicamente, fino al livello più alto di automatismo consapevole.

 

La leadership consapevole e il nuovo capitalismo

Autore: Luigi Zoia.

La fisica quantistica ha distrutto il principio di causalità, colonna portante di tutto il pensiero marxista. Al capitalismo è rimasta pertanto la missione di sottrarre dalla povertà miliardi di persone nel mondo. La crisi di oggi, non è il risultato di un sistema rigido e senza cuore, ma della rigidità e mancanza di cuore di chi lo usa come strumento esclusivo per la propria ricchezza.

 

Intelligenza emozionale: la nuova dimensione della leadership

Autore: Luigi Zoia.

Recentemente, il presidente cinese Xi Jinping, nel corso di una visita presso un centro di formazione, ha ricordato l’importanza e il ruolo che l’intelligenza emozionale svolge sul livello di occupazione del paese e sul successo della vita lavorativa.
Da essa dipendono l’occupazione e la crescita economica che, ha ricordato Xi, sono alla base della vita delle persone. Naturalmente, ha aggiunto, l’intelligenza emozionale deve accompagnarsi alla conoscenza professionale e tecnica.

 

Perché falliscono le aziende

Autore: Luigi Zoia.

Una recente inchiesta di Booz&Co, condotta su un campione di oltre 700 top manager delle più grandi aziende mondiali e focalizzata sulla relazione tra la creazione di valore e i risultati aziendali, ha portato a risultati molto interessanti. Agli executives coinvolti è stato chiesto di selezionare alcune delle aziende più rappresentative del loro settore e di spiegare le ragioni del loro successo o, al contrario, delle loro cattive performance.

 

Dieci consigli per vivere consapevolmente

Autore: Luigi Zoia.

Ho incrociato l’altro giorno un piccolo libro di Frédéric Lenoir, filosofo francese, sociologo e storico delle religioni, autore del saggio intitolato “Vivere è un’arte” (sottotitolo “Piccolo trattato di vita interiore”, Mondadori), uscito un paio d’anni fa. Rivedendolo mi si è aperta una piccola finestra d’attico, uno scorcio d’angolo su memorie, conversazioni, esperienze, domande senza risposta, e incontri che hanno segnato la mia vita.

 

Quando le rivoluzioni sono pacifiche e silenziose

Autore: Luigi Zoia.

Ho appena finito di leggere l’articolo «Teologia della liberazione senza ideologia», pubblicato recentemente sul “Corriere della Sera”, che prende spunto dalle riflessioni contenute nella prefazione di Papa Francesco al nuovo libro del cardinale Müller «Povera per i poveri. La missione della Chiesa».

 

Quando un sogno è molto più di un sogno

Autore: Luigi Zoia.

In una recente intervista rilasciata a Linkiesta – nel corso della fiera Farete organizzata da Unindustria Bologna e Lega Coop  e dedicata all'incontro tra imprese in tempi di crisi – l’imprenditore bolognese Farinetti, proprietario di Eataly, racconta il suo sogno, e come attraverso esso intenda contribuire a trasformare l’industria agroalimentare italiana.

 

La lotta alla povertà è uno sforzo collettivo

Autore: Luigi Zoia.

Al World Economic Forum in Davos, la maggior parte dell’agenda di quest’anno è stata dedicata alla povertà e alla disuguaglianza. L’ empatia e la profonda sensibilità alla sofferenza sembrano diventare una caratteristica del grande business, ma a Davos rivelano che l’interesse e le buone intenzioni da sole non risolvono il problema  anzi talvolta lo peggiorano e lo rendono cronico nel lungo periodo.

 

Quando il fare profitti è importante, ma non è il vero scopo

Autore: Luigi Zoia.

“Non sei stato assunto per vendere detersivi ma per salvare vite umane”: una dichiarazione sconcertante, che ha accolto un giovane al suo primo giorno di lavoro in una fabbrica di saponi e detersivi. Apparentemente un controsenso. Non cosi per il gigante multinazionale inglese Unilever. Harish Manwani ci racconta in un recente TED la sua esperienza professionale in un’azienda di detersivi spinta dalla missione di cambiare la vita di miliardi di persone.

 

Trasparenza e onestà: la nuova frontiera della politica italiana

Autore: Luigi Zoia.

In nome del nuovo concetto di “transparency”, il governo Letta ha reso pubbliche le spese del parlamento sul web. Leggendole è facile notare come traspaia una certa superficialità di gestione: ingenti somme di denaro investite senza alcun tipo di controllo. Anche un cieco lo vedrebbe. Era un gesto dovuto, ma è finalmente apprezzato. Nel mondo di oggi la trasparenza dovrebbe essere un assunto, un valore radicato nel quotidiano: il mio augurio è che il gesto di Letta sia sintomatico di un nuovo inizio, di una pratica che si diffonda, rapidamente, dalla politica ad altri centri di potere quali regioni, province e sindacati.